Voto ad ostacoli

a
Gli psicologi che vanno a votare sono pochissimi. Strano. Eppure l'Ordine ce la mette tutta affinché non voti nessuno.


Siamo 17.000 psicologi nel Lazio (16.944 per la precisione). Ma solo 1 su 6 va a votare.
Scarsa passione per la vita dell'Ordine? Poca coesione tra colleghi?
Forse.
Va riconosciuto però che in questi anni l'Ordine ce l'ha messa tutta per far disaffezionare e rendere difficile la partecipazione dei colleghi.

Le Elezioni del Consiglio sono un esempio lampante:
  • meno di 1 mese di anticipo per avvisare che ci saranno le elezioni;
  • i candidati vengono resi noti 19 (e ripeto: 19!) giorni prima;
  • i notai presso i quali far autenticare la busta per chi vota via lettera sono segreti anche quelli;
  • la newsletter e il sito riportano l'annuncio delle elezioni in carattere lillipuziano che neanche le caratteristiche organolettiche delle scatolette di tonno.

Ma è soprattutto nel modo in cui si vota che si sfoga il sadismo ordinistico:
a) presso il seggio elettorale, istituito nei locali della sede dell'Ordine, mediante esibizione di un documento di riconoscimento «oppure mediante il riconoscimento da parte di un componente del seggio».
Per chi abita a Roma è una pacchia - penserà chi non è mai stato al Nobile Maniero. E lo penserà solo perché non ci è mai stato. Cercate su GoogleMaps dov'è la sede dell'Ordine e vi ricrederete immediatamente: pieno centro, strisce blu, lungotevere - zona in cui è più facile essere colpiti 2 volte da un fulmine che trovare parcheggio.

Vai con i mezzi, direte voi. Già. Peccato che alla vecchia sede ci si arrivava in metro, in tram, col trenino da Viterbo, con una cinquantina di linee autobus... In Via del Conservatorio 91, invece, ci si arriva solo con 2-3 autobus che passano ogni morte di papa (e l'attuale papa sembra goda di ottima salute).
b) mediante lettera raccomandata.
Lettera raccomandata? Che bella idea! E che comodità per i colleghi che non vivono a Roma e hanno difficoltà a venire al Maniero. Sbagliato: votare per lettera è una via crucis. Non ci credete? Ecco i semplici passaggi che dovrete eseguire:
  1. scaricare il modulo
  2. compilarlo
  3. inviarlo all'Ordine
  4. aspettare che l'Ordine invii le schede
  5. andare (gratis) dal notaio indicato dall'Ordine o (cash) da un altro pubblico ufficiale preposto
  6. inviare la raccomandata (a vostre spese) o consegnarla al solito notaio.
Il tutto da fare entro poco più di 2 settimane. Più che una votazione sembra una selezione darwiniana. L'involuzione della specie.

Continua a leggere l'articolo...